Categorie
news

Vince Bar Fly

 


Bar Fly – Autotrasporti Bardon 7-3

“Alla fine vince sempre il Fly!” Questa è la frase che spesso sentiamo pronunciare negli ultimi anni di torneo. E’ una squadra relativamente giovane, ma rodata e tecnicamente valida. Anno dopo anno diventano sempre più squadra e per noi organizzatori, assolutamente spettatori imparziali, non abbiamo altro da fare che augurare loro ancora cento successi e contemporaneamente sperare che ogni anno ci siano altre squadre che ambiscano a batterli. Questo è lo spirito della competizione. Nicolò Rosante si riconferma Capo Cannoniere con 19 gol e tante giocate pregevoli. Ma non c’è solo lui: la diga Loris Giordani, il fratello Luca “Super Saiyan”, il geometra Silvio Gennaro, il “portiere volante” Mattia Rosante, il “figlio d’arte” Alex Ostojic, “el mancino de dios” Michele Gasparetto, “l’usato sicuro” Riccardo Buson ed infine il “portiere mancato” Marco Dardengo, nel senso che è mancato alle partite più di una volta e non certo per demeriti, anzi. Per ultimi, ma non meno importanti, i loro tifosi sempre pronti a tifare e “battagliare” per i propri ragazzi. Scherzi e soprannomi a parte, a tutti loro vanno i nostri complimenti!

 


 

Ai finalisti, i ragazzi di Bardon Autotrasporti, vanno altrettanti complimenti per essersi battuti come veri giocatori, a viso aperto con coraggio e talento. Pieni di giovani promettenti come Fahmi Mohammed che vince il premio come “Miglior Giocatore” del torneo.

 


 

Nella finale per il 3° posto Enoteca Ca’ Manin ha vinto per 5-2 contro Bar Antille confermando ogni buona impressione mostrata durante tutto il torneo e portando a casa anche il premio del “Miglior Portiere”, consegnato a Giovanni Busato.